martedì 17 febbraio 2015

IO SO CHI SONO

"Vivo, sono partigiano. Perciò odio chi non parteggia, odio gli indifferenti”.(A.Gramsci)

E non si può rimanere indifferenti a ieri.

Ieri sera a teatro è stato Manuel Agnelli e gli altri cinque magnifici "uomini di musica" a riempirci gli occhi ed i silenzi.

Si fa fatica a metabolizzare,il giorno dopo, quel subbuglio di sensazioni post-concerto.

I cinque sensi sballottolati; lampi di fuoco è quello che mi porto.

A teatro poi tutto è più esposto, nudo e amplificato. Erano lì per noi, per loro applausi da mani rosse e sorrisi increduli.

Ti passano accanto, in platea, e poi Manuel ti si mette davanti (!) ed inizia ad intonare in acustico "Non è per sempre"


Non è niente
non è per sempre
è troppo ormai
che stai così male
il tuo diploma in fallimento
è una laurea per reagire


(Canzone che risveglia un ricordo, perchè è stata una delle prime che "lui" imparò a suonare alla chitarra, ed io a seguire)


Io so chi sono - questo il nome del tour teatrale degli Afterhours, e credetemi lascia traccia.

La voce "s-profonda" e si libra in voli pindarici, quella di Manuel 

i giochi variopinti di chitarra e tromba di Xabier

Rodrigo che è sempre un tutt'uno con la leggerezza intensa del suo violino, che si accorda alle tue corde

Roberto e l'eleganza del suo basso

ed infine i due nuovi componenti: Rondanini alla batteria e percussioni e Pilia alle chitarre, pianoforte e contrabasso.

No, non si può metter per iscritto l'esperienza sensoriale.

Ottimo regalo in anticipo per i miei 24 anni.

Oggi ultimo giorno da 23enne. 

(Oggi "lui" farà gli auguri alla nuova lei- questa semi-sovrapposizione di date è un po' una beffa)


L'ultimo giorno da 23enne me lo passo così, a rivedere gli scatti di ieri cantandoci sù. 

Io so chi sono, recitava ieri Manuel 

colgo l'invito a conoscermi.



(PS. vi lascio qualche scatto)
(PPS. prima di entrare, ho beccato Xabier e due nuovi musicistI fuori dal teatro- foto e autografo di rito! ma quella no, non la metto
 1.perchè scattata in fretta e furia col cell e 2. avevo un sorriso da ebete...ma sapete com'è non capita tutte le sere di incontrare l'uomo della propria vita : Xabier Iriondo)


                                                      


Manuel ad 1 millimetro da me


Sulla sinistra Xabier alias mio marito alias chebaffi!


9 commenti:

  1. Un baffo assai libertino, però.
    Dici sia quello di cui potersi fidare, a cui poter credere???? ;))))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di sicuro per la moglie, dal momento che ha già famiglia :( . Resta per me nell'iperuranio degli amori platonici

      Elimina
  2. Tantissimi auguriiiiii!!! :-))

    RispondiElimina
  3. Bel regalo di pre-compleanno, sono dei musicisti in gamba. Auguri!

    RispondiElimina
  4. Pensare che io li ho visti nel 1990

    RispondiElimina