sabato 10 gennaio 2015

Idiosincrasie

Ho preso un paraspifferi

che il vento gelido faccia piangere altri

qui siamo in siccità da un pezzo 

(ah all'appello mancherebbero anche risate belle e fragorose, se continuano così rischiano di non passare l'anno)

Ho tolto i quadri alle pareti, ne ho messi di nuovi

ma continuo a svegliarmi la notte

Dovrei capire cosa farne della mia vira, insomma dove cacchio sarò nei prossimi mesi?

Cosa mi piacerebbe davvero fare?

Eh no ragazzi miei, io non lo so. 

Sento solo forti idiosincrasie crescere







10 commenti:

  1. Vabbè vivi alla giornata allora :-)

    RispondiElimina
  2. Non so consigliarti gran che, se non di scegliere anche tenendo conto della remunerazione economica... i soldi non sono tutto, ma sono tanto in funzione di quanto puo' succedere in futuro.

    Ti auguro anche risate belle e fragorose! :)

    Abbraccio,

    RispondiElimina
  3. In casi come questo, musica e libri. E qualcosa di caldo, che sia latte o thé forte, in una tazza azzurra.
    Tempo per te. Quando pare tutto un gran casino e "il piccolo fascista dentro" - per parafrasare Crozza - scalcia forte per la voglia di rivoluzioni, bisogna solo fare qualche coccola a noi stessi. E respirare un po'.
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bottino alla Feltrinelli : Erri De Luca, Patrizia Cavalli e CCCP :)

      Elimina
  4. Dai, un passo dopo l'altro.
    Come Evil consiglio letture e tanta bella musica. La musica di solito aiuta sempre a trovare il centro.
    Bacio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Cerco un centro di gravità permanente....." :P

      Elimina
  5. E già aver tolto i quadri, mi pare 'na gran cosa... :))

    RispondiElimina